Padoan da Percorsi di Gusto, un anno di Buona Pizza

Due anni fa, all’incirca in questi giorni, cominciavamo il nostro tour dell’Italia sulle tracce de La Buona Pizza, andando a trovare i 10 – e piu’ – pizzaioli che avremmo poi citato nel libro, a vedere i luoghi dove lavorano e a conoscere i produttori da cui si riforniscono oltre che, naturalmente, per assaggiare le loro pizze! Il risultato avrebbe visto la luce quasi 12 mesi dopo, dando il via a un nuovo giro, questa volta per presentare il libro in tutte le localita’ toccate dal nostro racconto e anche oltre. Ma il primo tour restera’ sempre nella nostra memoria come qualcosa di speciale.
Prima tappa: L’Aquila, da Marzia Buzzanca che all’epoca stava ancora nella sede in via Leosini, tra i calcinacci dei lavori di ricorstruzione e il fascino del centro storico della citta’. Continua a leggere “Padoan da Percorsi di Gusto, un anno di Buona Pizza”

Annunci

Sorrento Rosè, pizza e vino rosato matrimonio riuscito, parola di Lidia Bastianich

Si è conclusa ieri la due giorni di Sorrento Rosè, il primo festival dei vini rosati organizzato dalle Donne del Vino con degustazioni, incontri con le produttrici e, naturalmente, pizza. Cornice straordinaria. la costiera, e madrina d’eccezione, Lidia Bastianich, per questo incontro tra appassionati di vino che qui hanno avuto la possibilità di scoprire qualcosa di più sul rosato (e non rosè…) e tutte le sue sfumature.

_LUI2331

Io e Luciana eravamo lì per presentare il libro e per noi il festival è iniziato già il venerdì con un giro di perlustrazione, con guida, per la bellissima cittadina di Sorrento che si è poi conclusa con una cena di benvenuto presso il ristorante pizzeria  ACQU’ E SALE di Antonino Esposito che ha deliziato i nostri palati con la sua meravigliosa pizza e i classici fritti della tradizione abbinati, naturalmente, ai Rosè.

Il week end è iniziato con la Tavola rotonda: Pizza & Vino Rosato, da cui sono emersi molti spunti interessanti e dove eravamo coinvolte per dire la nostra, in quanto donne ed esperte di pizza, sul felice connubio tra pizza e vino rosato.

_LUI2231_LUI2252

Il convegno, moderato dal giornalista enogastronomico Luciano Pignataro, è partito subito con le parole chiare e decise della presidente dell’associazione Donatella Cinelli Colombini che ha dichiarato: «Basta con i luoghi comuni che il rosato è un vino estivo, adatto a palati poco esperti e incapace di invecchiare (o peggio per le donne…): le nuove tipologie nascono come vini premium e spesso maturano in fusti di rovere, sono insomma da prendere molto più sul serio. Per le caratteristiche di questo vino credo che ci sia molto da esplorare e lavorare nell’abbinamento con la pizza».  L’aumento dei consumi infatti è costante, soprattutto negli Stati Uniti, come ha confermato Lidia Bastianich, chef italoamericana, proprietaria di numerosi ristoranti e volto televisivo in USA e in Italia, dove sta partecipando al programma La prova del cuoco. «Negli Stati Uniti c’è ancora spazio per il rosé, anzi chiamiamolo rosato all’italiana. Gli americani amano tutto quello che è made in Italy, il cibo e il vino in particolare, ma sono curiosi, vogliono capire, imparare. Sono pronti ad ascoltare le vostre storie: raccontate loro come fate i vini e come fate la pizza» .

La proposta di “vino gastronomico” che arriva da Sorrento Rosè riguarda l’alleanza tra pizza e rosati e ha nel pomodoro l’anello di congiunzione, come ha spiegato Nicoletta Gargiulo, presidente Ais Campania, che ha fatto numerosi esempi di come l’acidità dei pomodori possa ben combinarsi con i rosati.  A parlare di filosofia della pizza ci pensa Antonino Esposito, chef pizzaiolo sorrentino che non ha dubbi: «La pizza è fatta di farina, acqua e sale. Tutto il resto è moda».  Un’affermazione che sembra minimalista e invece sottende l’uso di materie prime eccellenti, lievitazioni lunghe e l’importanza della scelta delle farine.

“Se la pizza è donna, come il rosato, sono ancora poche le donne che fanno le pizzaiole e stanno in cucina, anche qui vengono sottovalutate e spesso rilegate in sala. Il vino invece sta entrando sempre più nelle pizzerie e la coppia pizza-rosato potrebbe essere un abbinamento vincente nei prossimi anni” abbiamo commentato noi due.

In onore di donna Lidia le Donne del Vino hanno organizzato un pranzo sulla terrazza del Grand Hotel Europa Palace con la regia della chef Marina Ramasso (ristorante Del Paluch di Baldissero Torinese) e dello chef Aniello Valestra.

dove abbiamo intervistato Lidia, sempre molto disponibile e sorridente: “Non mi considero una pizzaiola anche se ho avuto la fortuna di vedere all’opera Franco Pepe, un grande pizzaiolo che mi ha insegnato quanto sia importante la sensibilità del pizzaiolo, e ho fatto qualche lezione su come fare la pizza: come amalgamare farina, acqua e lievito, quali i tempi di lievitazione, l’uso dei prodotti, di alta qualità, sul disco bianco che non deve mai essere troppo carico… Noi a Eataly Ny, Chicago e Boston abbiamo RossoPomodoro dove la pizza è buona e la mia preferita è la Margherita. La pizza viene percepita come un dono italiano, è la bandiera italiana anche se spesso non viene fatta da italiani, ma è il vostro patrimonio e bisogna recuperarlo”.

20170513_130100

La sera, dopo l’inaugurazione ufficiale, il taglio istituzionale a Villa Fiorentino e l’apertura dei banchi di assaggio

abbiamo presentato “La Buona Pizza” davanti a un nutrito pubblico di giornalisti e curiosi dove Luigi D’Alise, che ha magistralmente moderato l’incontro, ha saputo cogliere i punti salienti del nostro libro di cui abbiamo ricevuto, ancora una volta, i complimenti.

Appuntamento allora per il 2018 a Surriento per parlare ancora dell’accoppiata rosato-pizza con un taglio più enoturistico e un coinvolgimento diretto delle produttrici che saranno coinvolte in prima persona e, speriamo, anche di qualche pizzaiola.

_LUI3390

 

 

 

PizzaNews: appuntamenti, novita’ e aggiornamenti dal mondo della pizza

Maggio si sta rivelando un mese particolarmente vivace per il mondo della pizza e sono tantissime le notizie, gli aggiornamenti e i nuovi appuntamenti che si aggiungono a quelli gia’ inseriti nel nostro calendaro mensile. Abbiamo quindi pensato di dedicare questo post ad un veloce riepilogo delle maggiori novita’… in cottura, riservandoci di parlarne poi piu’ approfonditamente in seguito.

Continua a leggere “PizzaNews: appuntamenti, novita’ e aggiornamenti dal mondo della pizza”

Sorrento Rosè: pizza e rosato protagonisti con Le Donne dei Vino

Cosa c’e’ di meglio di una buona pizza da mangiare in un posto splendido, magari affacciato sul mare – piu’ precisamente sul Golfo di Napoli – e in ottima compagnia? Be’, a migliorare la situazione potrebbe essere il giusto abbinamento nel bicchiere. E se invece della “solita” birra (che a noi piace, ma a patto che sia buona e scelta bene!) ci fosse un calice di vino rosato? Piacevole, versatile e mai troppo impegnativo – ma non per questo meno buono! – questo tipo di vino troppo spesso poco considerato si puo’ rivelare un compagno perfetto per la pizza. E proprio pizza e rosato saranno i protagonisti di Sorrento Rosé, il primo festival dei vini rosati organizzato dall’Associazione Nazionale Le Donne del Vino  il 13 e 14 maggio a Sorrento – tra l’affascinante Villa Fiorentino e altri luoghi della citta’ – con il sostegno del Comune, il patrocinio della Regione Campania e la partnership di Ais Campania. Ci saremo anche noi, come dicevamo prima in ottima compagnia: giornaliste, sommelier, produttrici da tutta Italia e una madrina d’eccezione,  la chef Lidia Bastianich. Continua a leggere “Sorrento Rosè: pizza e rosato protagonisti con Le Donne dei Vino”

La Buona Pizza a Scrivere di Cibo

#LaBuonaPizzaTour non si ferma! Non ci stanchiamo di promuovere il nostro libro in giro per l’Italia e soprattutto non potremmo mai dire di no a un invito a Napoli, la capitale della pizza!
Questa volta siamo tornate nella citta’ partenopea – piu’ precisamente a Bagnoli, la localita’ affacciata sul golfo di Pozzuoli dove c’e’ la Citta’ della Scienza – per partecipare a Scrivere di Cibo, una bella rassegna dedicata a libri e progetti che uniscono gastronomia e letteratura o scrittura coordinata da Antonio Puzzi nell’ambito di GNAM Village, il Villaggio della Dieta Mediterranea e della Biodiversita’ nato per coniugare l’offerta educativa in campo agroalimentare con la promozione delle eccellenze del sistema regionale. E proprio accanto all’Orto della Biodiversità intitolato ad Angelo Vassallo – sindaco di Pollica assassinato nel 2010 – , nella Piazza dedicata ad Ancel e Margaret Keys, i “genitori” della Dieta Mediterranea, abbiamo presentato il nostro libro. Insieme a noi c’era anche Angelo Rumolo, il protagonista del capitoli dedicato a Caggiano e al territorio cilentano. Continua a leggere “La Buona Pizza a Scrivere di Cibo”

La Buona Pizza al Mercato San Lorenzo di Palermo

20170318_120548Per presentare il libro a Palermo siamo state invitate a una festa di compleanno, quella del Mercato San Lorenzo che proprio sabato 18 marzo ha compiuto un anno di apertura. Un successo auspicato e inaspettato quello di Dario Mirri che qualche tempo fa ha deciso investire in questo quartiere ai margini della città e ristrutturare l’antica agrumaria San Lorenzo, abbandonata da anni.

Senza stravolgerne la struttura originale, anzi valorizzando alcuni particolari come le porte, le finestre, i muri logorati dal tempo, è riuscito così a dare una seconda vita a questa struttura che oggi ospita nove botteghe – Caffè, Forno, Frutta e Verdura, “Carnezzeria”, Pescheria, Vineria, Salumeria, Friggitoria, Osteria – dove è possibile acquistare le materie prime locali o mangiare sul posto piatti preparati sul momento secondo le ricette della tradizione siciliana, valorizzato dall’orto giardino all’ esterno.

La nostra giornata qui è iniziata con una degustazione di alcune tra le più celebri tipicità sicule che, proprio in questi giorni di festa, avevano tra gli ingredienti principali gli agrumi, protagonisti di questo primo anniversario.

Dai fritti alla caponata, dal timballo di pasta e melanzane al pasticcio di anellini, dal pane e panelle fino allo sfincione e alla pizza, tutto era all’insegna della tradizione culinaria locale e della freschezza delle materie prime e dei piatti “cotti e mangiati”.

Per questa presentazione avevamo un moderatore d’eccezione con noi, l’amico e collega Giampaolo Trombetti, che ha saputo evidenziare i punti salienti del libro di cui ha messo in evidenza le storie dei pizzaioli, l’importanza di come fare una “buona pizza”, delle materie prime del territorio e della buona cucina, leit motiv che ci accomuna ancora di più alla filosofia del Mercato San Lorenzo.20170318_181816

 

Non sono mancate le domande sulle farine (la Sicilia è stata, in passato, uno dei granai italiani e tutt’ora vanta grani autoctoni meravigliosi), sui criteri di selezione dei pizzaioli e sul perché mancassero esponenti siciliani della pizza. Grazie a questo intervento ci sono state segnalate tre pizzerie – La Bracera, Villa Costanza e Perciasacchi – dove speriamo presto di tornare per assaggiare le loro pizze!

20170318_182847
?

20170318_18453120170318_184408

La serata si è conclusa con una buonissima cena all’Osteria del Mercato San Lorenzo in compagnia di Gaetano Lombardo (responsabile comunicazione Sanlorenzo Mercato, che ci ha fatto da Cicerone durante l’intera giornata) Dario Mirri e signora (nonché architetto, geniale e creativo, del mercato)

per poi concludersi con una degustazione di whisky e gin presso 13Bootleg. Come sempre siamo riuscite anche a divertirci e scoprire una città che ha sempre qualcosa di nuovo da raccontare e scoprire.

Un omaggio alle donne della pizza, che la fanno tutto l’anno!

Dal 1922 in Italia – ma ancora prima in altri Paesi del mondo – l’8 marzo ricorre la Giornata internazionale della donna, comunemente definita Festa della donna. Siamo abituati ad associarla a mazzi di mimose e serate – spesso – un po’ discutibili ma in realta’ e’ una ricorrenza dal significato importante, come purtroppo ci viene spesso ricordato dalle notizie di cronaca: la parita’ dei sessi, anche in campo lavorativo, non e’ ancora un dato di fatto in troppe situazioni. Allora oggi permetteteci di dedicare un piccolo omaggio alle donne della pizza (solo alcune, sappiamo che ce ne sono molte altre che meritano, e proprio di recente ci hanno segnalato Rosa Casulli, pizzaiola del McRose a Putignano che non siamo ancora riuscite ad andare a trovare) che ogni giorno, con il loro lavoro, contribuiscono al pari dei colleghi uomini a renderci un po’ piu’ felici! Ecco i brevi profili di alcune di loro tratte dal mio articolo publicato di recente Repubblica Sapori in cui, oltre alla gallery con le pizzaiole attualmente in attivita’in Italia, racconto anche di altre figure importanti, da Mary Valeriano alla signora Maria Calabrese della pizzeria di Franco Gallifuoco a Napoli, passando per le pizzaiole all’estero. Ve ne presentiamo alcune, a cominciare naturalmente da Marzia Buzzanca che e’ anche tra i protagonisti de La Buona Pizza! Continua a leggere “Un omaggio alle donne della pizza, che la fanno tutto l’anno!”

Orgoglio lucano: La Buona Pizza in Basilicata

Per la seconda volta, abbiamo avuto l’occasione di presentare il nostro libro La Buona Pizza in una sede istituzionale: dopo la Biblioteca di Faenza, infatti, giovedi’ scorso abbiamo portato il libro nella sala del Palazzo del Consiglio Regionale della Basilicata a Potenza. E per la seconda volta – con nostro grande e piacevole stupore, lo confessiamo – abbiamo trovato un uomo di politica giovane, colto ed entusiasta che ha saputo cogliere tutti i significati del nostro lavoro: non solo quelli legati alla bonta’ delle pizze raccontate e alla bellezza delle immagini ma anche al territorio da un punto di vista culturale, economico e imprenditoriale sottolineando l’orgoglio che un artigiano puo’ portare alla sua terra anche attraverso le pagine di un libro: in questo caso parliamo naturalmente di Salvatore Gatta, pizzaiolo e patron di Fandango a Scalera, protagonista lucano di uno dei capitoli. Per questo ringraziamo di cuore l’avvocato Aurelio Pace, Consigliere Regionale della Basilicata, e tutto il suo staff che ci hanno accolto a Potenza. Insieme a noi c’era anche Salvatore Cosenza, potentino doc trasferitosi a Roma, food writer ed esperto di birra, che condivide l’orgoglio per la sua terra e i suoi sapori. E’ stato anche grazie a lui che abbiamo conosciuto le pizze di Salvatore Gatta. Continua a leggere “Orgoglio lucano: La Buona Pizza in Basilicata”

La Masardona, pizza fritta (anche) a colazione

Quando, poco piu’ di un anno fa, chiedemmo a Enzo Coccia di accompagnarci alla Masardona dopo essere stati in giro (al freddo) fino all’alba per scattare le foto per il libro, pensavamo che avremmo dovuto ingannare l’attesa per almeno un paio d’ore, magari dormendo in macchina. E invece no, alle 8,00 ci presentammo alla friggitoria in via Giulio Cesare Capaccio trovandola gia’ in piena attivita’. E noi, infreddolite e affamate, non ci tirammo indietro davanti a un battilocchio – la versione “mignon” della pizza fritta, ricavata da un solo disco ripiegato su se stesso invece che due sovrapposti, il cui nome pare si riferisca agli americani allampanati che venivano qui nel Dopoguerra  – fumante e profumato. Continua a leggere “La Masardona, pizza fritta (anche) a colazione”

La Buona Pizza a Cagliari, una serata con Framento da CUCINA.eat

Anche se ci aveva gia’ pensato Tania a portare in Sardegna La Buona Pizza in un bell’incontro con Massimo Bosco e Kuaska, non potevo non approfittare di una breve vacanza sarda per organizzare anche una serata a Cagliari dagli amici di CUCINA.eat. Cosi’, dopo qualche giorno in giro per l’isola ad ammirare siti nuragici, domus de janas, chiese romaniche e paesi d’arte con la guida di Nicola Dessi‘, un giovane e appassionato archeologo, una volta tornata nel capoluogo mi sono concentrata nuovamente sulla pizza assaggiandone diverse, di cui vi raccontero’ a breve. Il 3 Gennaio invece ho raccontato un po’ del lavoro fatto con il libro – e con questo blog – e abbiamo parlato di cosa sta succedendo in Sardegna nel campo della pizza insieme a Giuseppe Carrus, padrone di casa ed esperto di vino e gastronomia, praticamente il miglior conoscitore di quel che accade sull’isola dal punto di vista enogastronomico. Continua a leggere “La Buona Pizza a Cagliari, una serata con Framento da CUCINA.eat”