Dalla fritta alla frutta: le nuove tendenze dal Pizza Village

Si e’ concluso da poco il Napoli Pizza Village 2017, la grande kermesse partenopea (ma di respiro internazionale) dedicata alla pizza giunta alla sua settima edizione Incorniciato dal Golfo di Napoli, l’evento ha numeri davvero impressionanti: 1.300 metri di lunghezza complessiva degli stand sul lungomare, 20.000 posti a sedere, oltre 100.000 pizze sfornate da circa 50 pizzerie della citta’, con tutti i nomi storici e ospiti illustri. Nove giorni – dal 17 al 25 giugno – incentrati naturalmente sulle pizze da assaggiare, proposte al pubblico a prezzi popolari (12 euro per il “menu” comprensivo di pizza, bibita, dolce e caffè) ma anche su momenti di spettacolo con musica e concerti, laboratori per grandi e bambini, incontri, contest – dal XVI Campionato del Mondo del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo, con oltre 600 pizzaioli provenienti da 40 Paesi, al Foodblogger Awards OFF – e proposte piu’ particolari.

Continue reading “Dalla fritta alla frutta: le nuove tendenze dal Pizza Village”

Da Festa a Vico al tour di Padoan, la pizza è protagonista

A quanto pare con l’estate e il sole la voglia di pizza aumenta e sono sempre di piu’ le notizie di iniziative e appuntamenti ad essa dedicati – o in cui ha un ruolo da protagonista – che ci arrivano giorno dopo giorno nella casella mail. In attesa del consueto “calendario” di giugno ecco un riassunto di quelli piu’ significativi e interessanti, che vi consigliamo di tenere d’occhio! Continue reading “Da Festa a Vico al tour di Padoan, la pizza è protagonista”

LSDM torna a Milano con pizza, bufala e molto altro

Anche quest’anno, LSDM – il congresso di cucina dedicato alla mozzarella di bufala e in generale ai grandi prodotti del made in Italy, del Sud e non solo – porta i sapori della Campania a Milano e la protagonista principale sara’ proprio la pizza.
Il primo febbraio, a partire dalle 14.30, il Lentini’s Pizza&Restaurant a Brera – che nel suo menu propone anche pizze al padellino e con farina integrale oltre a quelle di scuola napoletana classica – ospitera’ il pomeriggio tutto dedicato al nostro piatto preferito, intepretato da tre grandi pizzaioli in arrivo dalla Campania e dal pizzaiolo “residente”. Continue reading “LSDM torna a Milano con pizza, bufala e molto altro”

I re magi delle pizza per l’ultima presentazione del 2016

Napoli, dove tutto è cominciato… A luglio 2016 c’è stata la presentazione a Capodimonte, la prima di molte, il 19 dicembre 2016 eravamo da Gourmeet per l’ultima dell’anno, tra grandi pizzaioli e molti amici!

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

E così abbiamo concluso il nostro Grand Tour con il botto, in una Napoli caotica per il Natale, e la pioggia, ma con molta voglia di festa e di pizza.

dsc_1542

Magnificamente moderate da Laura Gambacorta, ci siamo ritrovate davanti ad una sala piena di persone accompagnate da tre tra i migliori pizzaioli campani: Enzo Coccia, Ciro Salvo e Gino Sorbillo.

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

Molto interessanti i loro interventi.

Enzo Coccia, in gran forma, elogia la casa editrice Giunti – la migliore d’Italia per l’ enogastronomia – e gioca con la la lettera P di pizza per raccontare il libro: 4P dove P sta per passione, prodotti, piacere e patrimonio. Ciro segnala l’importanza della formazione delle persone in cucina e in sala ma segnala anche come oggi il livello dei pizzaioli si sia alzato e di molto. Gino ribadisce come talvolta manchi la volontà di imparare e migliorare nei giovani – “io ero spinto da una grande ambizione e dal volere fare sempre meglio” – per rubare i mestiere.

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

Tutti concordi nel riconoscere che oggi sono vere e proprie aziende che fanno girare l’economia e danno lavoro a intere famiglie, che puntano sempre più sull’alta qualità dei prodotti e sulla cultura, che non fanno una pizza folcloristica ma di spessore.

Per chiudere in bellezza era prevista la Montanara di Ciro e il calzone fritto di Gino, che si sono messi in cucina a friggere i coloro incredibili impasti per la gioia dei presenti!

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

Clima goliardico e di festa, come sempre capita nelle nostre presentazioni,  perchè la pizza piace e mette di buon umore!

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

Alessandra Farinelli Shooting per Hotel Caesar Augustus

dsc_1539

dsc_1553

E alla fine c’era anche un ottimo panettone per chiudere in bellezza!dsc_1562La serata è stata molto piacevole e per noi è stato bello aver riunito Enzo, Ciro e Gino tra scherzi, battute, buoni propositi e pizza fritta!

Ora ci prendiamo un mese di stop dai viaggi ma presto ripartiremo per nuove presentazioni, progetti e, naturalmente, tante buone pizze!

 

Foto: Antigone Marino

Da Gigione il panino omaggia la pizza

Pizza vs Panino? E perche’ mai. Anche se ci hanno provato, a contrapporre il piu’ amato cibo da strada (e non solo) italiano con l’emblema del fast food di stampo americano (vedi lo spot di McDonald “contro” la pizza e la risposta napoletana) ma in quel caso si trattava di due mondi diversi. Se invece il panino – anche con l’hamburger dentro o comunque con una buona dose di proteine ad accompagnare i nostri amati carboidrati – e’ di qualita’, allora e’ tutta un’altra storia. Entrambi cibi popolari e versatili, i due non solo possono coesistere anche sulla stessa tavola, ma anzi si dichiarano stima reciproca. Cosi’, se a I Tigli Simone Padoan mette in carta il buonissimo Tigli-Burger (focaccia con hamburger di manzo, provola affumicata, spinaci e pomdoro confit) ora da Gigione – la braceria e hamburgeria di Pomigliano d’Arco, vicino Napoli – arrivano anche i panini creati come omaggio alle pizze di quattro (anzi cinque) grandi maestri pizzaioli. Insomma, panini non qualsiasi per pizze non qualsiasi!
Continue reading “Da Gigione il panino omaggia la pizza”

Guida dell’ Espresso 2017: anche le pizzerie svettano in alto

Lo abbiamo detto e ripetuto: a noi le classifiche interessano poco, però ieri è stata presentata, alla Stazione Leopolda di Firenze, la Guida dei “Ristoranti d’Italia 2017” dell’ Espresso da cui è emerso che “in Italia oggi si mangia bene, molto bene, come mai in passato” e che ci ha riservato una piacevole sorpresa.

guide-ristoranti-vini-espresso-2017

Grandi numeri e alta qualità: 2000 locali recensiti sui 2700 selezionati, 50 enotavole e 78 pizzerie. “Per l’edizione 2017 si è ampliato l’inserto delle pizzerie di qualità, passato da 60 a 78” ci spiega Enzo Vizzari, curatore della Guida Espresso Ristoranti d’Italia, che ha premiato con il Premio Nastro Azzurro, una delle novità dell’anno,  “il Giovane Pizzaiolo di Talento, che non è di Napoli, come si potrebbe credere, ma è il langarolo Stefano Vola della pizzeria BONTA’ PER TUTTI di Santo Stefano Belbo (CN) dove fa una pizza di grande qualità e con molta passione”.

stefano

E così un emozionato Stefano Vola riceve il premio dalle mani del celebre pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo

14642058_10211007158003708_5726073063740814761_n

E ci spiega: “La pizza di qualità esce dal territorio campano. Spesso le pizzerie con carte dei vini di livello e cura delle materie prime non si trovano a Napoli e dintorni. Anche se nel quartiere Sanità del capoluogo partenopeo c’è il giovane Ciro Oliva della pizzeria Concettina ai Tre Santi che sta facendo un ottimo lavoro di ricerca e prodotti eccellenti in un mix perfetto di tradizione e innovazione. La domanda che ci dovremmo fare quando valutiamo un locale è: meglio mangiare in un ristorante medio o la migliore pizza della nostra vita? Con questo criterio abbiamo selezionato i locali valutati non più con un punteggio ma con i cappelli da cuoco.” Chapeau!

Tutto questo per ricordarvi che Stefano è uno dei 10 protagonisti del nostro libro La Buona Pizza e che ne siamo molto felici… Chapeau anche per noi!

vola

Pizza – e maritozzi – a Taste of Roma 2016

Sta per tornare l’ormai consueto appuntamento annuale con Taste of Roma, la manifestazione – o food festival, se preferite – che per qualche giorno porta l’alta cucina alla portata di tutte le tasche. Dal 15 al 17 settembre, i giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica ospiteranno ancora una volta la kermesse, con gli assaggi di chef stellati, stand di prodotti e produttori, street food ma anche tanti laboratori, incontri, corsi e degustazioni guidate. Non poteva mancare, naturalmente, la pizza che quest’anno sara’ piu’ presente che mai. Vediamo come. Continue reading “Pizza – e maritozzi – a Taste of Roma 2016”

Ferragosto, pizza mia ti (ri)conosco

Pizza On The Road se ne va in vacanza per qualche giorno, alla ricerca di nuove pizze da assaggiare…
Niente paura pero’, vi lasciamo con un bel regalo: qualche indirizzo collaudato – da Nord a Sud – dove andare a mangiare la vostra Buona Pizza anche a Ferragosto e dintorni.
Noi ci rivediamo a partire dal 22 agosto con nuovi post e nuove pizze! Continue reading “Ferragosto, pizza mia ti (ri)conosco”

Gino Sorbillo alla prima del progetto “Il Parco della Dieta Mediterranea”

Gino c’è! Dalle giornate glamour con Dolce&Gabbana alla promozione della Dieta Mediterranea, Gino Sorbillo è sempre in prima linea per promuovere la sua città e il suo territorio. Lunedì 18 luglio sarà in località Montisani, a Vallo della Lucania (SA), presso il Centro della Biodiversità del PNCVDA per parlare di pizza, importante patrimonio gastronomico campano.

GINO SORBILLO
Gino Sorbillo

Questo sarà il primo dei quattro incontri di un progetto itinerante, “Il Parco della Dieta Mediterranea”, all’interno del Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni, che ne vuole promuovere e valorizzare i prodotti e lo stile di vita. “La Dieta Mediterranea è un patrimonio di tutti che va valorizzato costantemente, ricordando che non è solo lo stile di vita più salutare al mondo, ma che rappresenta anche l’identità del nostro Territorio”commenta il presidente del PNCVDA Tommaso Pellegrino.

TOMMASO PELLEGRINO
Tommaso Pellegrino

Questa sarà l’occasione per far incontrare le due forti identità del PNCVDA e del Parco del Vesuvio, dando spazio all’arte dei pizzaioli ed alle eccellenze territoriali, tra cui in primis i Presidi Slow Food.

Si comincia alle ore 17:30 con la presentazione del progetto da parte delle istituzioni – presenti, oltre a Tommaso Pallegrino, il sindaco di Vallo della Lucania Toni Aloia, il presidente del Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo, il presidente Slow Food Campania Giuseppe Orefice, il presidente della Comunità del Parco Salvatore Iannuzzi, il consigliere della Regione Campania con delega agricoltura Franco Alfieri, il consigliere della Regione Campania Francesco Borrelli, l’onorevole Sabrina Capozzolo, l’onorevole Simone Valiante, il presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani Sergio Miccù – per poi proseguire alle 19:00 con lo show cooking dove i pizzaioli Gino Sorbillo e Paolo De Simone della pizzeria daZero di Vallo della Lucania lavoreranno a quattro mani alla preparazione delle pizze per la degustazione e dove realizzeranno insieme una speciale pizza nata per l’occasione e denominata “Cilento Vesuviana”.

I prossimi appuntamenti vedranno protagonisti le cuoche cilentane Maria Rina de Il Ghiottone di Policastro, Giovanna Voria dell’Agriturismo Corbella di Cicerale e Vitantonio Lombardo di Locanda Sanseverino di Caggiano.

TENUTA MONTISANI, Vallo della Lucania
Tenuta Montisani, Vallo della Lucania (Sa)

Gino Sorbillo nominato Maestro d’Arte e Mestiere

La scorsa settimana a Milano, nel Salone d’Onore della Triennale, il Presidente Mattarella ha nominato 13 maestri dell’enogastronomia italiana su 75 artigiani totali. La pizza di nuovo protagonista grazie a Gino Sorbillo che è stato premiato per il settore pizzeria in Italia.

Gino

Questo riconoscimento è stato voluto dalla Fondazione Cologni, in collaborazione con la scuola internazionale di Cucina Alma, “un omaggio commosso e grato alle molte mani intelligenti artefici di tutta la grande bellezza che innerva l’intero territorio nazionale” .

Maestro d’Arte e Mestiere quindi insieme ai “grandi” tra i quali Gualtiero Marchesi e Iginio Massari, Paolo Basso per la sommellerie e Alessandro Tomberli per la sala dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze. I nomi di tutti i vincitori sono stati inseriti nel Libro d’Oro delle Eccellenza Artigiana Italiana.

Gino Sorbillo, visibilmente commosso, ha dichiarato: “Questo riconoscimento è motivo d’orgoglio e spinta per continuare a fare meglio. Oltre alla ricerca dei migliori prodotti alimentare nei posti più incontaminati del paese, cerco di applicare sempre abile maestria per dimostrare che anche una semplice pizza ha un’anima. La nostra famiglia lavora nel settore da quasi un secolo, quattro generazioni. Siamo partiti da via Tribunali e presto porteremo la nostra tradizione a New York”.