Da metamorsi pasta, pizza&stelle

Metamorsi, l’ultimo (ma sembra ancora per poco) locale del treno in corsa Alfonso Crisci che, dopo il successo di Taverna Vesuviana e l’impegno con le docenze al Gambero Rosso, quest’estate si è buttato a capofitto in due nuovi progetti: un piccolo e delizioso ristorantino stagionale sulla spiaggia di Pisciotta e per l’appunto, Metamorsi, un luogo dove la scelta fra tapas, pizza o panino può essere fatta al momento in cui ci si siede.

“Comfort food”, un payoff che la dice lunga e punta al piacere del palato e dell’estetica utilizzando Presìdi Slow Food e prodotti delle zone limitrofe.

Si circonda di un team di giovanissimi ma appassionati chef, souz chef e pizzaioli ai quali dona il suo sapere e lascia spazio per il loro estro.

Alfonso Crisci con il suo ospite d’eccezione Peppe Aversa

Le tapas portano la sua firma in fatto di estetica molto ben interpretata dallo chef resident Gennaro Caggiano, pizza e panini hanno la sua sostanza, con abbinamenti fantasiosi e mai scontati.

Alfonso Crisci e Gennaro Caggiano

Lo scorso 13 ottobre abbiamo seguito Laura Gambacorta alla prima di un ciclo di serate in cui uno chef stellato entrerà nella cucina Metamorsi lavorando fianco a fianco con tutto il team alternando piatti gourmet a pizze d’eccellenza preparate dai due pizzaioli Giovanni Ostetrico e Carmine Nunziata, il primo per anni al servizio della pizzeria Brandi di Napoli, il secondo invece viene dalla scuola di Luigi Acciaio.

Carmine Nunziata e Peppe Aversa

Solo farine macinate a pietra e di tipo artigianale ed una lievitazione lenta, fino a 72 ore.
Apre le danze il gigante buono padron del Buco di Sorrento, Peppe Aversa accompagnato dalla sua spalla, il mitico inventore dello scialatiello, Enrico Cosentino.

Peppe Aversa ed Enrico Cosentino

I ragazzi di Metamorsi sono molto emozionati a inizio serata, chini sul pass si alternano ritmicamente nell’esecuzione della prima entreè: Baccalà su salsa di formaggio abbinata ad una Fravort fresh, birra lager artigianale del Trentino Alto Adige.

La prima pizza è con filetto di pomodoro San Marzano, fior di fuscella, polvere di basilico e fagiolo, piacevole e scioglievole.

Ecco lo stile di Peppe Aversa che suona le trombe abbinando una azzeccatissima salsa di papaccelle a delle Mafaldine con fagioli “dente di morto” e salsa di cozze.

A seguire pizza con gorgonzola, cime di broccoli, olio all’acciuga e polvere di capperi e non mancano degli assaggi di pizza fuori menù,

per poi chiudere con una mousse di pellecchiella e salsa di lamponi al rosmarino (e quanto ci stava bene quel rosmarino!) che porta di nuovo la firma dello chef Aversa.

Tutti gli abbinamenti con birre Fravort di Borra Valsugana scelti con l’aiuto di Perrella Distribuzione.

Laura Gambacorta con Enrico Cosentino e Peppe Aversa
Annunci

A Elementi Milano saremo i vostri giudici implacabili

Il 13 novembre io e Luciana saremo a Milano, in qualità di coordinatrici della giuria, per Elementil’evento itinerante alla scoperta dei segreti dell’impasto perfetto. Questa seconda edizione sarà al Cinema Teatro Trieste dove si metteranno in gioco giovani pizzaioli professionisti provenienti da tutta Italia e metteranno alla prova le loro capacità tecniche, sensoriali e creative. Abbiamo già partecipato alle scorse edizioni in qualità di giudice e moderatrice, e adesso il tour, sviluppato e voluto da Molino Vigevano, arriva a Milano dopo Dubai. 

Elementi

Non solo una gara, che vi assicuriamo non banale, ma anche un momento di formazione e confronto perchè “ogni pizza è il risultato di conoscenza, professionalità e tecnica”. Come nella recente tappa di Dubai, conclusasi con la vittoria del giovane Edoardo Di Libero che vola direttamente in fase finale il 13 novembre, anche a Milano la competizione sarà articolato in tre prove:

Prima Prova: test sugli impasti crudi: i pizzaioli debbono riconoscere la forza della farina, le ore di lievitazione e idratazione.

Seconda Prova: blind taste sugli impasti cotti: degustazione alla cieca per riconoscere la tipologia di farina utilizzata.

Fase Finale: i migliori pizzaioli si sfideranno in una prova creativa di farcitura e cottura, utilizzando gli ingredienti appositamente scelti dallo chef facente parte della giuria.

Elementi 2

Elementi avrà una giuria di giornalisti, chef e pizzaioli e sarà moderata dall’amico, e collega, Paolo Vizzari.

Affrettatevi perchè le iscrizioni sono aperte fino al 31 ottobre ( a questo link)! Questi i prmi: il primo classificato porterà a casa una fornitura di farina per la propria pizzeria pari a 800 € e una consulenza personalizzata gratuita da parte di uno dei tecnici di Molino Vigevano, oltre a una fornitura di prodotti Finagricola del valore di 450 €. Interessanti premi anche al secondo e terzo classificato.

Vi aspettiamo a Milano! Ne vedremo delle belle!

Elementi 3

Premio MangiaeBevi, Campionato della pizza e #PizzaUnesco ecco tutti i vincitori!

Ottobre ricchissimo di premi e cotillon per il mondo della pizza e altre eccellenze culinarie.

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato di Pizza chef emergente, concorso per il quale Luciana era in giuria, oggi cominciamo con la cerimonia di consegna del Premio MangiaeBevi 2017 -120 nomination suddivise in 24 categorie – tenutasi domenica 8 ottobre al Grand Hotel Parker’s di Napoli.
Gino Sorbillo sale sul podio 3 volte come “miglior pizzaiolo”, come “miglior pizzeria” e per la “miglior comunicazione digitale”.


Femmena e fritta di Teresa Iorio vince come il premio miglior “novità dell’anno” , mentre “il miglior format innovativo” va a O sfizio d’a notizia di Napoli.

Qui il link per conoscere i vincitori delle categorie non inerenti al mondo della pizza.


Il giorno dopo, 9 ottobre, vince il Campionato della pizza 2017 indetto da Dissapore Francesco Martucci della pizzeria I Masanielli di Caserta che ha avuto la meglio su Daniele Ferrara della Pizzeria P di Lissone in provincia di Milano.

Vogliamo citare Francesco, che dopo quest’ennesima proclamazione, gioisce così:

“La pizza è tutta la mia vita.
È l’unica cosa che so fare.
Ho annullato la mia infanzia.
Ho annullato la mia adolescenza.
Non sono andato a scuola.
La pizza mi ha portato all’esasperazione.
Non mi ha fatto dormire la notte.
Mi ha fatto perdere i momenti fondamentali dei miei figli per stare sempre al servizio degli altri.
Per fare sempre meglio.
Quest’anno per me è un sogno:
– 6° come pizzeria nella 50top pizza.
– Miglior pizzaiolo dell’anno (e del mondo).
– Tre spicchi Gambero Rosso.
– Oggi vinco il campionato ITALIANO di DISSAPORE.
Quando dico che io non vivo ma sogno è diverso.
Ho proprio ragione.”



Intanto #pizzaUnesco svela i 10 finalisti del contest ideato e promosso da Mysocialrecipe in collaborazione con Luciano Pignataro WineBlog per sostenere la candidatura Unesco dell’arte del pizzaiolo napoletano come Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

Il contest ha fatto il giro del mondo, le 232 candidature sono giunte da Stati Uniti, Canada, Australia, Cina, Corea, Kenya, Russia, Kuwait, Cile, Argentina, Uruguay, Olanda, Marocco, Colombia, Norvegia, Belgio, Romania, Ungheria, Polonia, Austria, Grecia e ovviamente Italia.

Ben 8 pizzaioli campani raggiungono la finale:
Raffaele Bonetta, con ‘pizza Ottospek’ realizzata con biga e lunga lievitazione;

Salvatore Grasso che rende omaggio alla sua storica pizzeria con ‘pizza 1916’;

Francesco Pone della “Pizzeria 18 Archi” di Pozzuoli con ‘pizza Terra Antica’;
Carlo Sammarco, simbolo della amata quanto odiata pizza canotto con ‘pizza Fior di zucca e alici’;

Giuseppe “Ciccio” Vitiello, vincitore del neocampionato europeo ‘Pala d’oro’ per la sezione “pizza napoletana” che partecipa con ‘pizza Doppia;

Ciro Iovine Napoletano a New York ci prova con la sua ‘pizza Summer’;

Vincenzo Onnembo, pizzaiolo e storyteller felice nella città con il porto più grande d’Europa passa in finale con la ‘pizza del Padron’;

Gennaro Battiloro, anch’egli trapiantato, ma in questo caso in un luogo molto più vicino – per la precisione alla pizzeria “La Kambusa” di Massarosa in provincia di Lucca – si presenta con ‘pizza Sensazioni’;

Unica donna finalista, Giovanna Alberti, italiana d’origine ma la sua pizzeria è dall’altra parte del mondo, ovvero Melbourne, partecipa con ‘pizza Marina’;

Rappresenterà il nord Italia Clemente Valentino di Forlì con ‘pizza Veggie’.

Non dimentichiamo le menzioni assegnate dai partner di Mysocialrecipe:

Menzione La Fiammante per la “Migliore pizza al pomodoro” a Giuseppe Vesi della pizzeria “Pizza Gourmet” (Napoli) per la pizza “Fantasia di colori e sapori”;

Menzione Fic (Federazione Italiana Cuochi) per la “Pizza Chef – Migliore pizza per l’originalità degli ingredienti” a Mauro Autolitano della “Pizzeria Totò e i Sapori” di Acerra (Napoli) per la “Pizza Tiziano bis”;

Menzione Ferrarelle per la “Migliore pizza per l’impasto” a Giuseppe Pignalosa della pizzeria “Le Parùle di Ercolano” (Napoli) per la pizza “La mia Nerano”;

Menzione Slow Food per la “Pizza Slow – Migliore pizza per la territorialità” a Francesco Capece della “Locanda dei Feudi 2.0” di Filetta (Salerno) per la “Marinara dell’alleanza”.

Bisognerà attendere fino al 14 novembre per conoscere il tanto atteso verdetto della commissione presieduta da Enzo Vizzari e composta da Allan Bay, Giorgio Calabrese, Eleonora Cozzella, Fiammetta Fadda e Scott Wiener.

La premiazione si terrà presso Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel in via Carbonara a Napoli. Ci vediamo li!

Federico Zolofra, PizzaChef Emergente 2017

Anche quest’anno ho avuto il piacere di far parte della giuria della gara PizzaChef Emergente organizzata da Luigi Cremona e Lorenza Vitali, in cui ogni anno giovani pizzaioli – che siano titolari o “secondi” di pizzaioli gia’ noti – si sfidano a colpi di impasti e condimenti per conquistare il titolo. Al di la’ dell’aspetto competitivo, per noi giurati e’ sempre una bella occasione per scoprire qualche nuovo talento – cosa in cui Cremona ha un fiuto infallibile – e naturalmente per qualche squisito assaggio!
Quest’anno alla finale sono arrivati 6 pizzaoli (2 dal Nord, 2 dal Centro e 2 da Sud) molto in gamba e la scelta e’ stata abbastanza ardua, nonostante alcuni limiti “tecnici” causati dalla trasferta e immagino anche dalla notevole umidita’ che ha fatto registrare la serata. Eravamo infatti alle Officine Farneto che ormai da diversi anni ospitano l’evento di Witaly quest’anno ribattezzato Festival della Gastronomia, che ospita anche la gara per i giovani chef e le premiazioni della guida Touring.

Continua a leggere “Federico Zolofra, PizzaChef Emergente 2017”

La pizza all’Internet Festival 2017

Che ci faceva la pizza nel programma dellInternet Festival 2017, la manifestazione dedicata al mondo digitale organizzata ogni anno da Fondazione Sistema Toscana? Si mangiava, naturalmente, ma abbiamo provato soprattutto a parlare di tutto il mondo “social” e online che gira intorno alla pizza, che ha contribuito al suo enorme successo degli ultimi anni e che spesso rappresenta anche un tasto dolente tra polemiche che a volte sfiorano la rissa, strategie di comunicazione sbagliate e un bel po’ di “fake news” – o comunque convinzioni sbagiate e falsi miti – che circolano in rete.  Ne abbiamo parlato insieme ad alcuni amici nell’incontro La pizza non e’ una bufala – Il piacere della pizza tra social e selfie, ideato e organizzato da Serena Giuliano (che si occupa tra le altre cose dell’area food del Festival) e a cui io ho contribuito come moderatrice e in parte coinvolgendo alcuni degli speaker. Continua a leggere “La pizza all’Internet Festival 2017”

Week end all’ insegna della pizza

Se questo week end siete a Roma o a Pisa non perdete due appuntamenti interessanti per quanto riguarda la pizza (e dove noi saremo in prima linea).

 logo-1

Sabato 7 alle 15:30-17:00 presso il Centro Congressi le Benedettine di Pisa, all’interno dell’Internet Festival 2107 Luciana condurrà l’incontro “La Pizza ai tempi di Internet con Massimo Giovannini, patron-pizzaiolo dell’Apogeo di Pietrasanta, Sabino Berardino, medico gourmet collaboratore di Slow Food e del libro “Pizza. Una Grande Tradizione Italiana”, Emiliano De Venuti, ideatore e organizzatore de La Città della Pizza, e Graziano Monogrammi, patron-pizzaiolo della Divina Pizza di Firenze, dove si parlerà della pizza ai tempi dei Social Network, e in generale del Web, dove pizze e pizzaioli raccolgono like e commenti come le star del cinema.

20161115_115013

Ma non è tutt’oro quel che luccica, perché spesso tutto questo scatena polemiche e permalosità, ricette “copiate” e rivalità mal gestite, ingredienti scadenti spacciati per “eccellenze”, ingenuità e pettegolezzi che corrono in rete alla velocità della luce e possono danneggiare chi non sa bene come gestire questi canali e lasciare con l’amaro in bocca i tanti appassionati che vorrebbero solo gustarsi una buona pizza.

A seguire il cooking show “Evento esperienziale con maestri pizzaioli” con i pizzaioli Massimo Giovannini e Graziano Monogrammi

Per info: http://www.internetfestival.it/eventi/la-pizza-non-bufala/

 header1-1507107532

Sempre sabato a Roma comincia il Festival della gastronomia, collaudato format contenitore di eventi enogastronomici organizzato da Witaly presso le Officine Farneto dal 7 al 10 ottobre dove si coniugano i temi della gara con gli intrattenimenti legati al mondo del cibo e del gusto. Non mancano, come sempre, gli attesi premi Miglior Chef Emergente e, soprattutto, Miglior Pizza Chef Emergente, con selezioni Centro-Sud sabato 7, semifinali domenica 8 e finale lunedì 9.

440_0_5622180_737018

Questi i nomi dei concorrenti selezionati da Luigi Cremona e da uno staff di esperti: Andrea Cianti – Al Mercato (FI), Lorenzo De Bellis – Spiazzo (RM), Sergio Frollo – La Piazzetta (RM), Andrea Godi – 400 gradi (LE), Enzo Iorio – Spirito Divino (Montefalco, PG), Saverio Massari – Milù (Montesilvano, PE), Luca Mastracci – Pupillo (Sperlonga, LT), Alessandro Salaris -CB O (RM), Ahmed Shatu – Ippopizza (RM), Francesco Vittucci – Sbanco (RM), Francesco Zolofra – Al Mercato (RM).

Le semifinali di domenica 8 vedranno scontrarsi i vincitori Centro-Sud con i finalisti della Campania già decretati lo scorso luglio a Napoli  – Michele Castaldo -‘O Gemell (Casalnuovo, NA) e Emiliano Corcione – Morsi&Rimorsi (Aversa, CE)  – e infine lunedì 9 le finali.

In tutti i giorni dell’evento la Food Zone ospiterà un Temporary Restaurant no-stop dove poter assaggiare numerose e varie proposte e martedì 10, dalle 10 alle 14,30 ci sarà il “viaggio” nel mondo della pizza dalla teglia al canotto,

FESTIVAL DELLA GASTRONOMIA

7 Ottobre ore 17-23, 8 Ottobre ore 12-23, 9 Ottobre ore 17-23, 10 Ottobre ore 10-17

http://www.festivaldellagastronomia.com/

Anche la pizza tra i protagonisti del FuocoFoodFestival

Se parliamo di fuoco non possiamo non pensare alla pizza. Così quest’anno alla seconda edizione di Fuoco! Food FestivalFuoco! Food FestivalFuoco! Food Festival, che si è svolto nel Bosco della Contessa di Buccheri sui Monti Iblei, insieme a chef e produttori, c’erano anche pizzaioli siciliani e non.

 

Alla serata inaugurale a Palazzolo Acreide c’era la focaccia, croccante e gustosa, di Parentignoti Tancredi, titolare del Ristorante Pizzeria Da Tancredi, che l’ha accompagnata con una gustosa caponata dei Monti Iblei.

20170929_205738

Ma il giorno dopo, dove il fuoco ardeva in ogni dove, sono stati molti i protagonisti della pizza che hanno deliziato i numerosissimi palati presenti, a cominciare dalla pizza di Bernardo Garofalo, che si autodefinisce maestro della pizza, che ha proposto uno schiaccione come una volta con mozzarella e capuliato – una specie di concentrato di pomodori secchi – fatto con “5 o 6 tipi di grani antichi siciliani, lievito di birra come starter e una doppia lievitazione, per un impasto che ha il profumo del pane di una volta”.

Non sono mancati altri rappresentati della pizza siciliana come il Pizzolo del Pizzolissimo di Sortino, due strati di impasto fragranti farciti con il meglio della gastronomia siciliana e completati con una cascata di formaggio grattugiato e origano all’esterno,

 

e la pizza di Paolo Piruccio Non Solo Pizza di San Giacomo di Ragusa con mozzarella, zucca, pecorino ragusano, olive nere e salsiccia.

Dal continente sono arrivati anche il duo Renato Bosco di Saporé a Verona, che ha impastato a Buccheri e poi farcito la sua focaccia, cotta nel forno a legna, con ciò che il territorio gli offriva, servita dal pasticcere Vincenzo Tiri

Franco Pepe di Pepe in Grani a Caiazzo, che invece ha portato i panetti da casa e si è divertito a farsi aiutare e consigliare, nella stesura, cottura e farcia, da un bambino che ha molto apprezzato la sua pizza.

Tutti gli eventi di pizza ad ottobre

L’autunno è arrivato e con lui tanti nuovi eventi dedicati al mondo della pizza:

6 ottobre, Santa maria la carita’ (CE)

Una pizza per l’africa


“Quando ritorni dall Africa fai fatica a riabituarti alla nostra vita ….qui c’é tanta confusione…se non ti sforzi non riesci a sentire nemmeno i tuoi sentimenti. Per questo ogni tanto mi isolo e penso ai miei amici laggiù,be riascolto volentieri le voci e le risate dei bambini che ti manifestano tutto il loro affetto” Pio Santonicola.
Organizzata in collaborazione con Vitera Travel, Cioccolato Todisco e Pasticceria Savino “Una pizza per l’Africa” sarà un momento di condivisione, non solo di spensieratezza, ma di un valore inestimabile: quello della solidarietà. Un momento per ritrovarsi, raccontarsi, divertirsi ma, soprattutto per donare a chi non è privilegiato come noi, attimi di gioia. Basta poco davvero per dar senso alla vita!
DOVE: Al boccone del Cardinale – Via Cappella Dei Bisi, 111, 80059 Santa Maria la Carità
INFO: 347.8190585

6 OTTOBRE, web

Primo corso online di Pizza Napoletana fatta in casa


Segnaliamo questo evento per la sua particolarità: un corso online di Pizza Napoletana #homemade, si terrà in modalità live dalla pagina facebook Pizza Napoletana  dalle ore 18 alle 20.

I relatori saranno:
Davide Civitiello • Vincitore del Campionato Mondiale Trofeo Caputo
Teresa Iorio • Campionessa Mondiale di Pizza Fritta
Antonio Sorrentino • Chef e Senior Rossopomodoro

pagina facebook


7 ottobre, san mango sul calore (AV)

Pizza in Cantina

Un evento dedicato alla degustazione di Pizze, Vini e Dolci creati con prodotti del territorio Campano. Una full immersion nella raccolta dell’uva per deliziare l’olfatto con l’odor dei tini in fermento.

DOVE: Antico Castello Winery Contrada Poppano 11/bis, 83050 San Mango sul Calore
INFO E PRENOTAZIONI: 3408062830 /3898356390

7 e 8 ottobre, milano
“ChePizza!”: i Re della Pizza si incontrano a Milano per celebrare il piatto simbolo del Bel Paese.

Sabato 7 e domenica 8 ottobre al Superstudio Più di Milano avrà luogo la seconda edizione di “ChePizza!”, un intero weekend per assaporare e scoprire i segreti e le tendenze della pizza grazie a 16 mastri pizzaioli, fra i migliori dello Stivale, che proporranno al pubblico ben 32 gustose versioni del comfort food per eccellenza.

Se fino a pochi anni fa, infatti, la mitica “Margherita” era l’incontrastata regina di tutte le pizze, oggi la pizza è terreno di sperimentazione e creatività al pari della cucina più raffinata, al punto che non solo i “maestri del lievito”, ma anche i grandi chef si cimentano in fantasiose e originali versioni gourmet.

Un’opportunità eccezionale non solo per il palato, ma anche per scoprire i segreti dell’impasto perfetto e della lievitazione naturale, conoscere i tempi delle cotture, i migliori ingredienti e tanti altri piccoli e grandi “trucchi del mestiere”. Infatti, oltre all’area dedicata alla degustazione, anche quest’anno ci saranno 20 masterclass gratuite con i re della pizza e un’area dedicata ai più piccoli che potranno cimentarsi “mani in pasta” – è proprio il caso di dirlo – nella preparazione del loro piatto cult.

DOVE: Superstudio Più – via Tortona 27, Milano (MM2 Porta Genova; Tram 2, 9 e 14) 

INFO: chepizza.italiangourmet.it

WEB: https:// www.facebook.com/ChePizzaMilano/

Orari: sabato 7 ottobre dalle 12 alle 23; domenica 8 ottobre, dalle 12 alle 22

Ingresso: € 10 incluso 1 porzione di pizza; masterclass ad accesso libero previo acquisto del biglietto d’ingresso; Bambini fino a 12 anni ingressi gratuito.


9 ottobre, Rosolina (RO)
Geometrie di Pizza

Pizzeria agricola tutti i lunedì organizza un evento a tema, il 9 ottobre sarà in collaborazione con Stefano Vola pizzaiolo emergente premiato da Gambero Rosso per l’anno 2017/18.

DOVE: Pizzeria Agricola – piazza san Giorgio, 45010 Rosolina
ORARIO: 20.30
WEB: Pagina dell’evento


9 ottobre,  roma

P&P – Pizza Taste Gourmet Experience – Dinner SHOW cooking

La Pizza di un Campione Mondiale come Angelo Pezzella incontrerà in tutte le sue incredibili varianti le eccellenze gourmet presentate da Stefano Paciotti, Maestro Norcino, direttamente dalla #provadelcuoco.

Una cena degustazione, con show cooking, accompagnata dalla degustazione dei vini campani Campi Flegrei della Cantina Farro, divertimento e gusto assicurato!

DOVE: That’s Amore – Angelo Pezzella Via Appia Nuova, 1095, 00178 Roma
WEB: Pagina dell’evento

Solo 80 ospiti! Ingresso solo con prenotazione obbligatoria.
Costo Cena € 45,00 a persona tutto compreso


13 ottobre, NOLA (NA)

PIZZA, PASTA E STELLE


Il primo appuntamento “stellato” nel nuovo concept di Alfonso Crisci.
Ospite di questa prima serata Giuseppe Aversa, chef di “Il buco” di Sorrento (una stella Michelin).
Per info e prenotazioni 081 829 5369

pagina facebook


14 ottobre, napoli

tra sacro e profano: Cappella Sansevero con pizza fritta!


Un sabato all’insegna dell’alchimia, delle leggende e della meravigliosa arte che si cela nel cuore di Napoli: la Cappella Sansevero.

Nata come cappella gentilizia della famiglia dei Principi di Salerno, è diventata, grazie a Raimondo di Sangro 7° principe di Sansevero, il cuore pulsante del barocco partenopeo. 
Ma cosa si nasconde dietro il ‘velo’ più famoso al mondo? 
E opera di quali stregonerie sono invece le macchine anatomiche del nostro Raimondo? 
Un viaggio alla scoperta della vita del principe Raimondo, della sua famiglia, delle invenzioni, delle leggende e dei misteri di questo luogo magico.
E a seguire le alchimie della friggitoria “Passione da Sofì” per assaggiare una caldissima pizza fritta.

Inizio visita ore 16.30
Contributo a persona: 18 euro comprensivi di visita guidata da guida abilitata, biglietto d’ingresso alla Cappella Sansevero e pizza fritta con bibita. Bambini fino a 10 anni gratis. Dai 10 ai 18 anni: ridotto 10 euro

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO LE ORE 19.00 DEL GIORNO PRECEDENTE
mail: lecaperenapoli@gmail.com
cell. 328 9705049 / 3274910331 / 3337443254

pagina facebook


15 OTTOBRE, Albignasego (PD)

The Pizza Revolution


Una giornata dedicata alla presentazione del progetto Diemme Pizza & Drink sulla pizza. La location di Strada Battaglia si trasformerà in una piccola “fiera -mercato” con diversi punti di degustazione di pizza e drinks.

WEB: pagina facebook


15 ottobre, napoli
il palazzo reale con la pizza fritta

Un Palazzo Reale tutto da scoprire quello del ‘dietro le quinte’: inciuci, amanti, cibo, parole urlate e pensieri scritti!
Una capera-guida accompagnerà i visitatori sala per sala mostrando i quadri, le stoffe e gli oggetti di uno dei più ricchi palazzi Napoli, svelando anche piccoli dettagli che spesso sfuggono al visitatore. 
Si potrà ammirare anche la splendida Sala del Trono, riaperta al pubblico pochissimo tempo fa, oltre che il maestoso teatrino di corte, gli appartamenti reali e la Cappella palatina con il suo enorme presepe!
Al termine della visita tutti alla friggitoria “Passione da Sofì” per gustare una calda pizza fritta!

Inizio tour ore 16.45
Durata: 1 ora e 30 circa
Contributo: 15 euro comprensivo di guida abilitata, biglietto di ingresso al Palazzo Reale, pizza fritta e bibita. Bambini fino a 12 anni gratis. Ragazzi da 13 a 18 ridotto (metà del prezzo del biglietto).

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO LE ORE 19.00 DEL GIORNO PRECEDENTE
mail: lecaperenapoli@gmail.com
cell. 328 9705049 / 3274910331 / 3337443254

Sito web dell’evento


20 ottobre, Arezzo

Pizza & Champagne


Una serata emozionale, una degustazione di pizza abbinata agli champagne suggeriti dall’Enoteca Charleston attorno ad un social table.

DOVE: Al Fogher – Ponte alla Chiassa, 78, 52100 Arezzo
ORARIO: 20.30
WEB: Pagina dell’evento

23 e 24 Ottobre 2017, nocera inferiore (SA)

Campionato Nazionale Pizza DOC 


La quarta edizione del Campionato Nazionale Pizza DOC, quest’anno sarà più ricca di contenuti e di premi e maggiormente curata nei dettagli, ci sarà la giuria Nascosta, ed il campionato si dividerà su due giornate. A disposizione di tutti i concorrenti, tutte le attrezzature da pizzeria, la possibilità di scegliere su quale forno gareggiare e diverse celle frigorifero, sorvegliate per conservare paste e ingredienti. In questi due giorni di gare ci sarà anche un’area EXPO aziende prettamente settoriali, dalle farine alle attrezzature da lavoro.

Per info e iscrizioni: 0815141416 – 339 5688563 – 345 7347068

pagina facebook


24 ottobre, Avellino
Pensieri e mani di irpinia e di terra di lavoro

Degusta Ristorante Pizzeria in collaborazione con Laura Gambacorta presenta “In Fermento”: Pensieri e Mani d’Irpinia e di Terra di Lavoro Mettono in tavola l’Autunno.
Pizza, Cucina e Dolci con Giovanni Mariconda, Alessio Sisinno, Antonio Ferraiuolo e Carmen Vecchione, Ospite speciale Franco Pepe.

Ticket cena: euro 20,00

Info e prenotazioni: Degusta Ristorante Pizzeria, Via Ammiraglio G. Ronca, 35 Avellino
Tel. 0825 784957
www.ristorantedegusta.it

Contatti stampa: Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

Sito web dell’evento


28 ottobre, napoli
Palazzo Zevallos con mostra “Le mille luci di New York” + pizza!

Palazzo Zevallos, monumentale edificio a Via Toledo, sede museale di Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, ospita fino al 5 novembre la mostra “Le mille luci di New York“.

Un entusiasmante viaggio attraverso opere d’arte degli anni ’80 che legano New York e Napoli: 16 opere di 5 artisti da Andy Warhol a Jean-Michel Basquiat​, da Keith​ Haring​ a Julian​ Schnabel e Francesco Clemente​.

Oltre la mostra la visita proseguirà per la splendida collezione permanente e le sale del museo: le sculture e i disegni di Vincenzo Gemito, lo scalone monumentale e i vedutisti napoletani!

Un sabato sera di respiro internazionale con le Capere, un viaggio artistico che dal Vecchio Continente vi porterà fino in America e poi...di nuovo a Napoli!
Dopo la visita infattipizza fritta alla friggitoria “Passione di Sofì”

Appuntamento ore 17.00 all’estreno del Palazzo, via Toledo 185
Inizio visita ora 17.15
Durata: 1 ora e 30 circa
Contributo: 15 euro a persona compresivo di visita guidata da guida abilitita della Regione Campania, biglietto di ingresso al Museo, pizza fritta (provola e pomodoro) e bibita (birra o bibita analcolica).
Dai 7 a 19 anni: 10 euro (biglietto e consumazione)
Fino a 6 anni gratis (senza consumazione)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO LE ORE 19.00 DEL GIORNO PRECEDENTE
mail: lecaperenapoli@gmail.com
cell. 328 9705049 / 3274910331

Sito web dell’evento

 


….E ricordate sempre di leggere la nostra pagina facebook per essere sempre super aggiornati!